Pizza & Psicologia

Alimentazione corretta: 5 consigli

Pasquale Bisogno
Scritto da Pasquale Bisogno

La ricerca di un’alimentazione corretta attraverso cibo sano, di qualità e rispetto per la terra. Le nuove tendenze evidenziate nel corso di Expo Milano 2015 ci parlano di un crescente rispetto per il Pianeta anche quando si parla di abitudini a tavola.

Gli antropologi, d’altronde, sono d’accordo sul fatto che mangiare, oltre a essere una necessità per il fisico, ha un indiscutibile valore culturale e etico. Le nostre preferenze in fatto di cibo, ma anche il modo in cui lo scegliamo e lo conserviamo senza sprecarlo, raccontano chi siamo e i valori che ci rappresentano.

Non è un caso se, quando ci troviamo tra gli scaffali di un supermercato, tendiamo a scegliere alimenti che non solo ci saziano, magari sapendoci deliziare, ma che sanno anche aderire agli strati della nostra identità più profondi.

????????????????????????????????????La carta di Milano di Expo 2015 incoraggia la buona salute attraverso il cibo, inteso come un processo in grado di garantire alle persone un maggior controllo sul proprio benessere attraverso un’alimentazione sana.

La mia esperienza ha confermato le tendenze fuoriuscite nel corso della Esposizione Universale di Milano. Chilometro zero, salute, responsabilità verso il Pianeta, green. Sono concetti declinati sempre più intorno alle nostre tavole.

 Consigli utili per un’alimentazione sana

Proprio dalla carta di Milano sono fuoriusciti diversi consigli utili per una alimentazione equilibrata.

Io ne ho sottolineati cinque fra quelli che ho ritenuto più importanti.

1) Nel corso della giornata fare almeno 5 pasti. A partire dall’età prescolare, la razione di energia va suddivisa in cinque pasti al giorno secondo questo schema:

  • colazione (15%)
  •  spuntino a metà mattina (5%)
  • pranzo equilibrato (40%)
  • merenda nel pomeriggio (10%)
  • cena (30%)

2)La colazione è un pasto fondamentale. Dovrà essere a base di cereali o prodotti da forno, latte o
yogurt e frutta. Come appena spiegato, la colazione ideale dovrà rappresentare il 15% del
fabbisogno calorico giornaliero.

3)Variare il cibo a pranzo e a cena. Una regola importante, che consente di pervenire al giusto
apporto nutrizionale. Mangiare la pizza a pranzo, ad esempio, è una soluzione da poter provare di tanto in tanto.

La pizza è un alimento sano ed equilibrato, al quale dedico quotidianamente un lavoro di studio e ricerca volto a fornire ai miei clienti un piatto che unisca, in perfetta armonia, sapore e il giusto apporto di nutrienti. Combinare buon cibo e salute si può.

4)Mai tralasciare il senso di sete, ma soddisfarlo sempre. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, in tal senso, raccomanda di assumere 2,5 litri al giorno, anche attraverso i cibi. Bene ricordare come proprio la pizza sia un alimento che ha tra gli ingredienti principali proprio l’acqua, elemento che anche per questo va curato e rispettato.

5)Limitare la quantità di sale. Il consumo raccomandato dalla Medicina è di 5 grammi al giorno.
Le statistiche affermano che gli italiani quotidianamente assumono in media circa 12 grammi di sale: più del doppio delle dosi raccomandate.

Una cattiva abitudine alimentare che rischia di avere dei risvolti negativi sulla nostra salute. Assumendo 6 grammi di sale al giorno è possibile ridurre la pressione arteriosa di 2-8 mmHg.

Il sale è un altro delle componenti fondamentali della pizza. Soprattutto rispetto al concetto appena espresso, non ne abuso mai. Se il gusto è il palcoscenico, il sale dovrà avere sempre il ruolo di comparsa, mai quello di attore protagonista.

Vuoi tenerti aggiornato sulle mie attività, sui miei consigli e sui miei articoli? Iscriviti alla newsletter per saperne di più su alimenti e salute.

DSC_0006

Info sull'autore

Pasquale Bisogno

Pasquale Bisogno

La luce si sogna al buio.

Lascia un commento